MioDottore porta Health 2.0 in Italia

MioDottore porta Health 2.0 in Italia

Published

Inaugurato ieri a Milano il capitolo tricolore che pone le basi per lo sviluppo, il supporto e la promozione delle tecnologie nel mondo healthcare

Si è inaugurato ieri a Milano presso SDA Bocconi - ospitato dall’Healhtcare Club del Master of International Health Care Management, Economics and Policy (MIHMEP) - il capitolo italiano di Health 2.0 che ha aperto la strada italiana di questa grande organizzazione mondiale. Health 2.0 è l’iniziativa nata nel 2007 a San Francisco a supporto degli imprenditori digitali in campo healthcare per promuovere e discutere delle più innovative tecnologie per il mondo della salute e guidare l’evoluzione del mercato health-tech. Con oltre 100 “chapter” attivi nel mondo, l’organizzazione si muove per insediare radici locali all’interno di un contesto di innovazione fortemente globale.
A promuovere l’evento, che combina i temi dell’innovazione applicati al settore della Sanità, MioDottore.it, una delle più grandi piattaforme al mondo dedicata alla sanità privata specializzata nella prenotazione online di visite mediche e parte del gruppo internazionale DocPlanner. Arrivato in Italia nel novembre 2015, MioDottore ha già registrato numeri da record: quasi 18.000 dottori verificati, 2.000 dottori iscritti alla piattaforma. Sviluppa servizi simili in 20 Paesi in tutto il mondo, tra cui Polonia, Spagna e Turchia e conta di un organico di oltre 260 persone. Più di 17 milioni i pazienti che, ogni mese, visitano il sito Docplanner.it, accedendo a un database di oltre 5 milioni di medici e specialisti.

L’innovazione in campo medico e della Sanità è tutto. La tecnologia svolge un ruolo sempre più preponderante sia in ambito tecnico – relativamente all’avanzamento delle pratiche mediche – sia per facilitare e avvicinare medici e pazienti

Luca Puccioni - Country Manager MioDottore

Stiamo assistendo ad una profonda digitalizzazione dei servizi che sta caratterizzando anche il nostro Paese – basti pensare che secondo l’ultimo Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità realizzato dal Politecnico di Milano (2015-2016), il 24% dei cittadini italiani prenota online esami e visite, con un aumento dell’85% rispetto all’edizione dell’anno precedente, e non potevamo non cogliere la palla al balzo per rendere l’Italia protagonista all’interno di Health 2.0 e promuovere il tema dell’innovazione legato al mercato healthcare

Luca Puccioni - Country Manager MioDottore

All’evento sono intervenuti, oltre a Luca Puccioni, anche Frederich Llordachs (Global Business Development Manager e Co-Founder di Doctoralia, dal 2012 anche responsabile dei progetti spagnoli Health 2.0), Luca Foresti (CEO Centro Medico Sant’Agostino, Società e Saluta Spa) e Martjin Grinovero (CEO e Founder di Amiko). 
Durante il Forum a porte chiuse si è discusso dell’incentivazione digitale in Italia, dell’evoluzione tech del settore sanitario e le conseguenti aspettative per il futuro, della propensione dei pazienti al mondo online e dell’importanza dello strumento tecnologico per i medici, nonché l’approfondimento di trend di mercato e di come continuare a promuovere in maniera tangibile il processo di innovazione in campo medico e sanitario.

Copy as a Plain Text

Share

Related Stories
MioDottore festeggia un altro anno da record

ago

Il 2017 si chiude con una crescita del fatturato a tripla cifra e oltre mezzo milione di visite prenotate
Nuovo Round di investimento

ago

La piattaforma per la prenotazione di visite mediche DocPlanner raccoglie altri 15 milioni di euro per espandere il mercato del booking relativo alla salute a livello globale. . - I nuovi fondi supporteranno l’espansione aziendale in America Latina, lo sviluppo
Estate 2018: secondo MioDottore il 57% degli italiani alla ricerca di tecniche per superare la prova costume opta per interventi chirurgici

ago

La piattaforma ha analizzato i propri dati per indagare la predisposizione e l’interesse degli utenti dello Stivale verso ”ritocchi” più o meno invasivi pur di sfoderare un aspetto migliore in spiaggia.
MioDottore Awards 2018: svelati i 19 medici vincitori, sono loro i più apprezzati da colleghi professionisti e pazienti

ago

Quasi un terzo dei riconoscimenti è andato a specialiste donne (32%), provenienti da Roma, Milano, Varese e Santarcangelo di Romagna;                                                  Quasi metà dei medici premiati proviene dal Lazio (42%) e in particolare l'87% di loro da Roma;                                            Sul podio delle regioni con il più alto numero di premi ci sono anche Lombardia e Piemonte, rispettivamente con 4 e 3 eccellenze mediche.